Emulsioni multiple

il mio laboratorio

il mio laboratorio

Aprile 2017

Aprile 2017

martedì 8 settembre 2015

Emulsioni multiple

A questo punto mi sembra giunto il momento di parlare delle emulsioni multiple

step preparazione A/O/A medichesse


Tra le tecniche nelle formulazioni delle emulsioni si distinguono anche sistemi multipli O/A e A/O e sono composizioni del tipo A/O/A(Acqua/Olio/Acqua) e O/A/O (Olio/Acqua/Olio), sono sistemi emulsionanti particolari che formano una dispersione di micelle contenenti goccioline composte da un liquido identico o simile a quello presente nella fase continua.
Questo sistema da la possibilità di inserire e proteggere le sostanze attive idrosolubili facilmente alterabili nella fase interna acquosa delle A/O/A o come nel caso delle O/A/O impiegare principi attivi liposolubili facilmente ossidabili, nella fase interna lipidica. La loro particolarità sta nel fatto che le sostanze funzionali vengono rilasciate nel tempo, in modo più controllato migliorando la stabilità dei componenti, inoltre posseggono tutte le caratteristiche delle emulsioni A/O o O/A. Alcuni studi hanno confermato queste funzionalità prendendo in esame la caffeina e confrontando le sue proprietà rilasciate con una emulsione multipla rispetto ad una tradizionale del tipo O/A. 
(Tatto dal Manuale del Cosmetologo)
Tra queste due tipologie quella più interessante riguarda le A/O/A sia per funzionalità che per piacere sensoriale sulla pelle, sono molto adatte come trattamenti per il corpo

Vediamone il procedimento

Per prima cosa dobbiamo creare un'emulsione A/O con il metodo emulsionante che preferiamo, a caldo, a freddo, inserendo gli attivi e le sostanze che vogliamo diano al prodotto la sua finalità, cercando di creare un'emulsione abbastanza stabile e possibilmente dalla struttura consistente, se la crema viene troppo fluida l'emulsione verrà fluida al contrario avremo un prodotto più sodo e compatto quindi più stabile...
Dovremo poi creare una fase esterna che è composta da un bel gel fermo, dove inseriremo un emulsionante e altri pochi ingredienti.
Quindi l'obiettivo sarà quello di creare una crema composta dalla nostra A/O completa dei nostri attivi e sostanze funzionali, che verrà unita poi al gel esterno

Faccio un esempio pratico per essere più chiara, prendendo in esame una mia formulazione semplice come test.
Ho usato una fase gelificata con il poliacrilato di sodio in quanto l'emulsionate A/O (in questo caso GC Emulsol W/O) richiedeva un polimero per un risultato più stabile, ma si può creare un' A/O come vogliamo, con l'emulsionante che preferiamo, l'importante è tenere in mente che le sostanze attive importanti dovremo inserirle in questa prima emulsione.

Emulsione A/O


Fase A
acqua a 100
poliacrilato di sodio 0,5

Fase B
olio di riso 10
cetiol sensoft 2
caprylis 3
olio di girasole 5
GC Emulsol W/O 1,5
conservante 0,6

AO MEDICHESSE


A questo punto prepariamo il nostro gel esterno, ho usato il carbomer che mi da una certa sicurezza essendo un ottimo viscosizzante.stabilizzante-emulsionante la percentuale d'uso la stabilirò in base agli ingredienti in formula considerando che devo poi creare un'emulsione multipla.
Bisogna anche tenere presente che, come in tutte le preparazioni, ci vuole un pò di tecnica, un pò di esperienza ma anche pratica, per cui a volte ci si rende conto che potevamo abbassare o alzare le percentuali di un emulsionante, di aggiungere più gelificanti, di aiutarci con un coemulsionante, e così via, a forza di provare ed andare a tentativi si arriva ad un giusto equilibrio e troviamo il nostro metodo personale e che ci soddisfa.
(Non abbandonate al primo tentativo, abbiate fede!)

Per dare ancora più stabilità all'emulsione ho aggiunto un emulsionante idrofilo, anche in questo caso potete scegliere quello che volete o che avete in casa e fare le vostre prove (io ci sono andata un pò pesante potevo sicuramente abbassare le percentuali sia del carbomer che dell'emulsionante)
Volendo fare una crema di 100g ho preparato un gel al 50% per poi unirlo al 50% della mia A/O, ma si può decidere di farne quanta ne vogliamo, per esempio possiamo unire 40g di fase esterna con 60g di A/O, o 30/70, 50/50, 100/100 e così via... insomma dipende dalla formula e dal risultato che vogliamo ottenere

Quindi prepariamo la nostra fase esterna

GEL ESTERNO


acqua a 100
carbomer 1
Glyceryl Stearate Citrate 1,5
cetilico 1

(a freddo)
olio di calendula 5
conservante 0,6

pH 5,5

Prepariamo quindi un'emulsione O/A tradizionale, emulsioniamo l'Olio in Acqua, conservante, misuriamo il pH, aspettiamo che tutto si raffreddi
Quando tutto è freddo sia la nostra A/O che l'O/A possiamo unire le nostre emulsioni... versiamo poco alla volta mescolando a mano l'A/O nella nostra fase esterna, sempre a mano mescolando fino ad amalgamare il tutto, avremo così la nostra A/O/A


Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire nei commenti link altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.