Intertrigine


Tutti gli articoli di questo blog, specialmente riguardo le formule cosmetiche, vanno sempre valutati con attenzione. Alcune definizioni, affermazioni e considerazioni, vanno sempre prese con le pinze. Le ricerche sulle sostanze cosmetiche possono prendere risvolti diversi. Per cui, informatevi e chiedete sempre quando leggete qualcosa che non vi convince


Ciao e grazie

Cerca nel blog

venerdì 7 ottobre 2016

Intertrigine

INTERTRIGINE
Affezione cutanea di origine batterica e micotica




L’Intertrigine è una forma di dermatosi di tipo infiammatorio dove le zone colpite sono sottoposte a continue frizioni, qui il sudore tende a depositarsi sullo strato epidermico superficiale. Questa condizione favorisce infezioni batteriche e alcuni miceti. E' un disturbo diffuso nei climi caldo-umidi; coinvolge soprattutto i bambini, ma anche giovani, persone anziane e non fa distinzioni di sesso.
L’Intertrigine compare anche tra i neonati, tra le pieghe inguinali e glutei, questi batteri provocano lesioni alla pelle perché presenti nei materiali sintetici dei pannolini e nelle feci leggermente alcaline.
Questa malattia è favorita anche dall'utilizzo di calzature troppo strette e condizioni igieniche scarse o trascurate.

Le parti del corpo più predisposte all’ intertrigine sono quelle dove si deposita il sudore e dove il soggetto è più in sovrappeso infatti sono particolarmente colpite le persone obese in quanto con il sudore che risiede tra le pieghe della pelle, aumenta la proliferazione dei batteri provocando danni alla cute ed alle zone più colpite: inguine, ascelle, tra le dita mani e piedi, sotto al seno, glutei, collo, interno coscia dove le cosce tendono a strofinare l’una contro l’altra.

A volte colpisce anche i lati della bocca poiché a causa dell'umidità della saliva. Quando l’intertrigine viene trascurata e si manifesta in prossimità della zona inguinale, nelle donne può diffondersi e provocare la vaginite fino alla zona perianale diffondendo ulteriormente l’infezione.
I sintomi della malattia comprendono: arrossamento della zona coinvolta, desquamazione della cute, disepitelizzazione, irritazione, dolore, lesioni, sanguinamento, comparsa di vesciche di varia entità, comparsa di croste, prurito, se trascurata l’intertrigine può diventare una dermatite settica e l’infezione si aggrava.

RIMEDI
In caso di sospetta Intertrigine
PRIMA COSA CONSULTARE LO SPECIALISTA

Il medico procederà all’isolamento dell’infezione batterica, poi Verranno somministrate apposite pomate, creme, lozioni antibiotiche o antimicotiche associate a terapie cicatrizzanti, in presenza di forte dolore il medico potrebbe consigliare anche antidolorifici.

E’ possibile associare alla terapia medica alcuni rimedi naturali a base di:
-gel d'Aloe Vera per lenire il prurito e il dolore causato dalla malattia, rinfresca immediatamente e cicatrizza.
disinfettanti antibatterici e fungini
-Oleolito d’Iperico ad effetto cicatrizzante e disinfettante
-Burro di Karitè o jojoba per le proprietà eudermiche, elasticizzanti, riepitelizzanti e nutritive offrono moltissimi vantaggi ad una pelle irritata
-Amido di mais, ossido di zinco, Riso (Oryza sativa) e avena(Avena sativa): specialmente indicati per le ferite che suppurano, poiché agiscono come lenitivi, astringenti e calmano il prurito causato dall'intertrigine


Nelle persone in sovrappeso si consiglia l’utilizzo di talchi o creme protettive da applicare sulla pelle, assicurandosi prima di aver effettuata una corretta igiene, scegliendo detergenti e prodotti non aggressivi e non irritanti. Una volta effettuata l’igiene personale è necessario procedere ad una buona asciugatura del proprio corpo per evitare che si presnti subito l'umidità sulla pelle.

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire nei commenti link altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.