cerca

Sieri cosmetici

Cos'è un siero?

spignatti sieri cosmetici



Il siero è un fluido, dall'aspetto traslucido, opalescente e di bassa viscosità che lo differenzia dall'emulsione tradizionale o da un latte. E' paragonabile ad un gel o una micro-emulsione ma con delle differenze, un gel molto fluido con le caratteristiche del siero conterrà ingredienti di natura maggiormente idrofila, mentre nella micro-emulsione sarà possibile veicolare sia ingredienti idrofili che lipofili e la scelta va fatta in base agli ingredienti che si intende veicolare. La micro-emulsione offre prestazioni migliori rispetto all'emulsione tradizionale in quanto è costituita da goccioline di olio in acqua, se nella formulazione si inserisce un ingrediente prezioso ad alte percentuali bisogna avere la certezza che sia abbastanza stabile da rendere i risultati ottimali.
Un siero è normalmente molto concentrato per questo si usa a gocce, bastano poche gocce per migliorare il suo effetto sulla pelle e fornire l'attività che si è prefissati (anti-età, schiarente, idratante, antiossidante, protettiva, vitaminica ecc) in genere la confezione del siero non supera i 15ml sia per il fatto che risulta concentrato sia per i costi dovuti agli ingredienti preziosi in esso contenuti, o possono essere venduti in bottiglie di vetro con contagocce...la texture è leggera, si assorbe con rapidità, gli emollienti sono generalmente leggerissimi (siliconici) in modo da rendere vellutato e stendibile il prodotto, la pelle appare più tonica.
Si usa dopo una profonda pulizia del viso, può essere applicato sia mattina che sera e/o come base trucco, può essere seguito anche da altri trattamenti cosmetici, non sostituisce per esempio una crema idratante anche se hanno la stessa funzione in quanto il siero agisce in profondità e la sensazione dei diversi trattamenti risultano differenti sulla pelle
Quindi formulare un siero significa innanzi tutto non esagerare con ingredienti inutili ma dare la precedenza a sostanze attive importanti con percentuali considerevoli, usare pochi grassi dando la preferenza a esteri e oli leggerissimi direi intorno al 4% ...non è necessario un gel-addensante in alte proporzioni in quanto servirà solo per rendere più stabile l'emulsione ed è preferibile evitare i carbomer che possono essere smontati dai sali, visto che nei sieri spesso vengono utilizzati in proporzioni considerevoli, ma si può optare per alginati, carragenine ecc
A parte gli ingredienti fondamentali che agiscono in sinergia non è necessario aggiungere altro che non faccia parte delle caratteristiche necessarie al siero sia per finalità che per consistenza, leggerezza, sensorialità.

Come applicare un siero viso

1 - Profonda pulizia del viso
2 - Tonico
3 - Siero: prelevare poche gocce del siero e scaldarlo tra le mani, applicarlo su tutto il viso(evitando il contorno occhi) e sul collo con movimenti delicati e leggeri dall'interno all'esterno, fare una leggera pressione con la mano sulle guance e sulla fronte, il siero dovrebbe assorbirsi velocemente

Presentazioni e documenti


Guide pratiche e funzionalità



Alcuni documenti sono tratti dal web e altri dai miei appunti personali

Scarica documento

Scarica documento

Scarica documento

Scarica documento


Natura


La mia campagna e la natura tutta!

Una vegetazione prorompente, profumi di rose e le prime ciliege ancora piccole ma già dolci, quando mi affaccio e vedo il querceto immenso e verde sono felice di essere qui, in ogni stagione, ogni giorno, la natura ci regala sempre qualcosa di nuovo. Oggi sono arrivate anche le paperelle e altre due galline, domani arrivano i conigli, i pappagalli sembrano in festa, il prossimo mese arriva anche un gatto rosso ma i miei cani ancora non lo sanno!
Il contadino che mi vive a fianco zappa ancora nonostante non ce la faccia più perchè la campagna lo fa sentire vivo e forte, sinceramente non so come fa a lavorare la terra in quel modo tutti i santi giorni, è un ometto secco secco e pure col pacemaker, eppure eccolo la che pianta verdure, roba da matti! Io che ancora proprio vecchia non sono, sinceramente solo a guardarlo già mi sento sfiancata, però lo capisco perchè lui c'è nato in mezzo ai suoi pomodori, insalate, broccoletti, patate, gatti e galline, io sono cresciuta in città e la natura vera e propria la conoscevo solo quando facevamo le passeggiate campestri, finalmente dopo tanti anni il mio desiderio si è avverato ed eccomi qui a vivere come nonna papera...vi garantisco che non ci sono paragoni con lo stress cittadino, la vita qui è tutta un'altra cosa. Ma anche l'inverno qui ha un aspetto diverso, direi poetico e nemmeno così triste, ogni stagione ha i suoi colori e i suoi profumi...ho deciso di scattare qualche foto e ve le faccio vedere!!!





IL MIO CILIEGIO

campagna di clo

Questo è un ciliegio secolare che purtroppo sta invecchiando, il tronco si sta aprendo in due, povero il mio alberone!!




e poi mica è finita qui... tanti altri frutti buoni ...

Raccolta delle erbe officinali, iperico, lavanda, calendula, elicriso



Una piantona di bardana!!!


Rose di Maggio





E tutte le piante (quasi tutte), del mio giardino



























pH

Cartine tornasole
Misurare il valore del pH






Torniamo al discorso sulle cartine tornasole proprio per l'importanza che hanno, la loro funzione e l'istruzione d'uso. Abbiamo detto che ci serviranno come indicatori del ph in un composto in grado di subire modificazioni chimiche a secondo se sia ricco o povero di ioni (acido, basico, ossidante ecc). Tale cartine sono in vendita in varie forme a strisce separate o una lunga striscia in rotolo. Noi parleremo di quelle separate a quattro colori che sono più adatte al nostro scopo. C'è anche da dire che le cartine pur se in strisce separate non sempre sono affidabili al 100%, hanno un costo piuttosto elevato e considerando che per una crema potrebbe essere utile una misurazione che varia da due a quattro volte minimo, dovremo trovare un metodo per non andare falliti. Purtroppo però sono indispensabili, quindi se troviamo le cartine giuste cerchiamo di dividerle in più parti possibili e riusciremo a risparmiare un pò! Sono molti i produttori di queste cartine indicatrici del pH, ma sono anche molte le cartine farlocche, quindi cerchiamo di affidarci a chi ha più conoscenza nel campo e avremo qualche garanzia in più.
Non sono qui per fare pubblicità a nessuna ditta, io ho comprato anche cartine su Ebay ed ho trovato dei prezzi imbattibili e cartine affidabili (a strisce) ma ho anche provato ad usare le cartine a rotolo senza colore e non mi sono trovata bene, queste sono anche scelte personali! In farmacia il prezzo si aggira intorno a 30/40 euro per 100 strisce, in alcuni siti di fornitori dagli 11 ai 17 euro ed anche lì ci vuole fortuna. Le scatole delle cartine conterranno anche la scala di colori con i valori numerici.
Allora... prendiamo la cartina immergiamola 10/15 secondi nel nostro "composto" la solleviamo ci passiamo delicatamente il dito per togliere la crema che è rimasta sopra e controlliamo i colori corrispondenti, avremo dei valori che ci diranno se la crema ha un pH basico o acido (raramente può accadere che il valore sia già ottimale).

Nel caso fosse troppo acido dovremmo aggiustarlo ed useremo poche gocce di una soluzione di soda caustica con acqua che avremo preparato precedentemente usando molta cautela (ma senza allarmismi!); al contrario se fosse troppo basico aggiungeremo qualche goccia alla volta di acido lattico o poco acido citrico,fino a raggiungere il pH desiderato, probabilamente andranno fatte varie aggiunte per ottenere il risultato che desideriamo.


Soluzione di soda (idrossido di sodio=NaOH) per alzare il pH

Non ci confondiamo con la Soda Solvay, andiamo dal ferramenta, in un'agricola oppure al supermercato e cerchiamo quel barattolone con su scritto Soda Caustica in scaglie (NaOH). Prendiamo un recipiente resistente al calore, indossiamo guanti e occhialetti o sciarpa sul naso, prendiamo la nostra bilancina e pesiamo l'acqua a parte pesiamo la soda che verseremo nell'acqua (non il contrario) mescolando subito. Lasciamo la soluzione pronta per qualche minuto finchè si raffreddi e la mettiamo in un recipiente pulito, possibilmente una bottiglietta di vetro o plastica adatta (es. io uso quella della soluzione per lenti a contatto vedi immagine) possibilmente con contagocce perchè è a gocce che andrà usata.



Percentuali per preparare la soluzione:
20 g di NaOH(soda caustica) + 80 g di acqua distillata


IMPORTANTE
Usare guanti e coprire naso e occhi, poi versiamo nell'acqua la soda mescolando subito con un cucchiaio, durante questa operazione il composto si riscalderà molto quindi non mettiamoci le mani e non tocchiamo il recipiente, aspettiamo che si raffreddi prima di versarlo nel contenitore

Capelli e semi di lino

Gel ai semi di lino

gel semi linoAbbiamo parlato di pelle impura e di inestetismi, parliamo anche dei capelli? L'estate specialmente al mare tra sole e salsedine i capelli tendono a seccarsi e sfibrarsi il nostro è un rimedio semplice alla portata di tutti e che proteggerà i nostri capelli. Abbiamo ancora un mesetto di tempo per provvedere a tutto, per reperire un pò di ingredienti prepararli testarli e usarli...




Andiamo in erboristeria e acquistiamo i semi di lino, preferibilmente scuri, costano circa 2 euro l'etto. Danno ai capelli nutrimento, lucentezza, si possono utilizzare come impacco ammorbidente e inoltre come prodotto fissante, non appiccicano e non lasciano residui. Che ne pensate?
Passiamo all'azione...Vi darò due ricette, una semplice semplice ed un'altra che conterrà ingredienti da acquistare. Vi riporto i miei metodi ma ci sono piccole varianti


1) - Acqua 250ml (distillata è meglio)
semi di lino 3 cucchiai circa

Prendiamo una pentola di acciaio ci versiamo l'acqua e ci mettiamo i nostri semini, portiamo ad ebollizione mescolando spesso. Lasciamo cuocere almeno una decina di minuti e vedremo che comincerà a formarsi una schiumetta mescolate ancora e spengnete il fuoco. lasciate macerare per almeno altri 10 minuti e con un colino di acciaio posto in un contenitore versate il tutto mescolando con un cucchiaio per far passare attraverso, le mucillagini ed il liquido formato. Vi renderete presto conto che il "muco" un pò schifosetto ci darà qualche problema per passare...abbiate tanta pazienza perchè quello è proprio il nostro gel, mescolate più che potete e aiutatevi con il cucchiaio per asportare le mucillagini che si attaccano sotto il colino, purtroppo non sarà facile e molte andranno perse, per quanto gli stessi semini li ricicleremo per utilizzarli in altro modo. Ma per ora pensiamo al nostro gel...



Quando pensiamo che sia sufficiente controlliamo che dentro non siano cascati dei semi e li toglieremo uno alla volta.      PRONTO!
Se avete un conservante tipo il cosgard dovete metterne 16gtt ogni 100g di gel altrimenti un'altro metodo più casalingo è quelli di versare il gel nelle buste per il ghiaccio e conservarlo in freezer per utilizzarlo volta per volta. Lavate i vostri capelli usando sempre shampoo delicati e tamponateli, prendete il gel e con le mani passatelo sulle ciocche e le punte lasciando asciugare i capelli all'aria (se fa caldo) oppure a testa in giù con un fon possibilmente con il diffusore. questo per chi avesse capelli mossi e ricci, per i capelli lisci la differenza è pettinarli mettere il gel e asciugarli con il fon aiutandosi con una spazzola...
Il gel ai semi di lino proteggerà i vostri capelli dalle intemperie e dallo stress, dalla salsedine e dal sole. Quando andate al mare mettetelo prima, e la sera dopo averli lavati o semplicemente sciacquati rifate il trattamento, avrete dei risultati sicuramente...
Poi c'è una formuletta più impegnativa per chi volesse mettere qualche attivo in più o aggiungere sostanse funzionali.

Dovrete procurarvi:

Glicerolo F.U. che troverete in tutte le farmacie (sempre che non decidiate di trovarvi un fornitore) e costerà cira 2,50 50ml
fitocheratina (proteine del grano)
pantenolo (idratante)
oli essenziali adatti ai capelli che abbiano qualche funzionalità ma anche altri che diano un profumo accettabile...
rosmarino, cocco, arancio, limone, teatree, cipresso...insomma secondo le vostre esigenze dei vostri capelli, che abbiano proprietà rigeneranti e purificanti del bulbo pilifero, se vogliamo colorarlo per non lasciare quel colore cacchetta, nei supermercati vendono i colori per dolci, potremmo acquistare un giallo, un rosso e un blu per avere le tonalità che desideriamo...un conservante (ci vuole sempre) e se vogliamo aggiungere qualche goccia di olio vegetale idratante va bene anche mandorle dolci, oppure jojoba, olio di riso...ma anche niente! E alla fine misurazione del pH.

PROCEDIAMO con l'altra formuletta:

Abbiamo già visto come preparare il gel ora dobbiamo aggiungerci i nostri attivi.
quindi ricapitolando

2)- Gel ai semi di lino a 100
glicerolo 1
pantenolo 1
fitocheratina 1
oe rosmarino 3gtt
oe cipresso 3gtt
oe lavanda 3 gtt
cosgard 16gtt
pH 5/5,5
acido citrico o bicarbonato di sodio q.b.
colorante (regolatevi gtt a gtt poco alla volta)

Nel recipiente con il gel mettiamo il resto dei nostri ingredienti mescolando volta per volta. Conservante e misurazione del pH con l'aiuto delle cartine.
Questo sarà già un gel ai semi di lino come Dio comanda!!! Ovviamente se il gel lo volessimo molto più denso dovremo acquistare degli addensanti e lo faremo quando ne abbiamo parlato a sufficienza...

Fai da te

Fai da te con ingredienti facilmente reperibili



La natura ci offre l'opportunità di creare con le nostre mani rimedi semplici ed economici per curare la nostra pelle, ma affidarci solo e completamente a prodotti cosmetici anche se naturali non è sempre l'unica soluzione, quindi anche gli alimenti di cui ci nutriamo hanno importanza fondamentale per migliorare il nostro aspetto e per contrastare i segni del tempo. Non affidiamoci quindi solo ai cosmetici ma cerchiamo di condurre una vita sana, come si dice "se siamo belli dentro siamo belli fuori". Io non sono una dietista o nutrizionista quindi non sto qui a darvi consigli sulle abitudini alimentari ma posso darvi dei consigli su come aiutare il benessere della nostra pelle con l'uso di ingredienti naturali.
Questo spazio è dedicato a ricette semplici che possiamo fare tutti.
(alcune di queste preparazione sono state tratte da internet).

Struccante fai da te
lascia la pelle liscia soffice e vellutata

Uno struccante deve essere delicato, deve poter agire senza provocare irritazioni specialmente nel contorno occhi che è una delle zone più delicate del viso ed ha uno spessore ridottissimo di circa (0,5 mm) ed è più esposto alle dermo-contrazioni, un trattamento contorno occhi deve nutrire ed idratare questa zona così delicata che è la parte del viso dove si accentuano le rughette.
Lo struccante che propongo è adatto a tutti i tipi di pelle ma se lo usiamo per gli occhi facciamo attenzione a non strofinare aggressivamente, al contrario è adatto per il resto della pelle del viso.

Le mandorle, così come la farina, hanno molteplici proprietà benefiche, nutrienti, lenitive ed emollienti contengono sali minerali, alcune vitamine, e sono ricche di trigliceridi

50g farina di mandorle
50g zucchero
100ml acqua distillata

Prepariamo il latte di mandorla versando in un recipiente la farina e lo zucchero aggiungere l'acqua poco alla volta mescolando, lasciar riposare un paio d'ore e strizzare.Usare con un dischetto o spugnetta per il viso. Tenere in frigo al max 5 giorni.

Peeling per il corpo
nutriente e levigante

Il peeling o scrub è un trattamento che aiuta a rimuovere le cellule morte dalla pelle per rigenerare i tessuti

un vasetto di yogurt (qualsiasi yogurt che costi poco)
2 cucchiai di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di miele (il più economico)
1 cucchiaino di olio d'oliva


mescolare gli ingredienti in una ciotolina fino ad ottenere un composto ben amalgamato e stendere sulla pelle pulita e asciutta, massaggiare con molta delicatezza e procedere con una detersione delicata. Usare una crema per il corpo idratante.

Maschera viso per pelli secche

L'amido di riso è una polvere impalpabile che si ricava dal riso ammorbidito e macinato, nel nostro caso il migliore è quello puro a differenza di quello modificato che troviamo al supermercato, è un alleato dalle proprietà lenitive, rinfrescanti e antinfiammatorie. Viene utilizzato anche per i bambini, allevia rossori e irritazioni da pannolino

Il miele ha proprietà emollienti, lenitive e antimicrobiche. Sulla pelle esercita un'azione benefica contro le rughe, è in grado di trattenere l'acqua nei tessuti evitando di perdere elasticità

La panna restituisce idratazione all'epidermide

1 cucchiaio di miele
1 cucchiaio amido di riso
panna liquida possibilmente intera
o panna fresca da pasticceria


mescolare tutti gli ingredienti in una ciotola e applicare con le mani o con un pennello da tintura, lasciare agire una ventina di minuti e sciacquare con acqua tiepida.

Maschera viso per pelli grasse
purificante e levigante

un kiwi e yogurt bianco magro

Il kiwi contiene molta Vit.C che è un forte antiossidante che è indispensabile per la formazione del collagene e aumenta la consistenza della pelle, lo yogurt è ricco di acido lattico che è un buon aiutante anche per le pelli mature, inoltre pulisce e idrata.
Schiacciare il kiwi e mescolarlo bene allo yogurt, quando si è formata la pappetta stendere il composto sul viso e tenere in posa almeno 15 minuti e sciacquare con acqua tiepida, in seguito applicare un tonico astringente ed una crema idratante


Tonico astringente fai da te

L'aceto di mele ha proprietà tonificanti, antibatteriche e combatte le macchie della pelle ne migliora l'aspetto che appare più luminoso, ma è un buon alleato per altri trattamenti come per esempio usato sui capelli


rimedi naturali
aceto di mele
acqua distillata e/o acqua di rose (se home made meglio)
bucce di 2 arance o 2 limoni

Per le quantità potete fare ad occhio, io utilizzo barattoli di vetro di media grandezza.Prelevare dagli agrumi la scorza senza il bianco e metterle a macerare in aceto di mele dentro un barattolo di vetro. Conservare così per una settimana al buio o ricoperto di stagnola. Trascorso il tempo (se passa più tempo non c'è nessun problema) filtrare bene. Per una parte di aceto filtrato aggiungere due parti di acqua, volendo potete anche
aggiungere 1/2 cucchiaino di glicerolo, ma non è necessario. Potete anche lasciare il resto per un prossimo tonico. Il vostro tonico è pronto. Astringente e purificante. Potete aggiungere all'occorrenza 2gtt di oe di limone o arancio, 2 gtt di teatree e agitare prima dell'uso. Questo tonico non necessita di conservante, per la presenza dell'aceto. Se utilizzate acqua di rose commerciale questa contiene anche alcool in percentuali più alte di quella homemade.


Acqua di rose fai da te



L'acqua di rose ha proprietà rinfrescanti, elimina la stanchezza dal viso e le eventuali occhiaie, previene la formazione delle rughe nel contorno occhi. Avete le rose in giardino? Se è così, per quanto ci dispiaccia, possiamo reciderle appena sotto il fiore, preleviamo tutti petali (purchè non contengano parassiti) puliamole con un fazzolettino (spolveriamole!) e mettiamo i nostri petali in acqua distillata procedendo ad un infuso. Lasciamo macerare i petali per 24 ore, vedremo che avranno perso il colore. Con una garza in un imbuto filtriamo bene il liquido strizzandole, avremo così ottenuto la nostra acqua di rose naturale. Aggiungiamo dell'alcool "buongusto" in una percentuale del 15%, in questo modo farà da conservante, se volete sentirvi più sicuri potete tenerla in frigo. Alternativa senza alcool è quella di versare la nostra acqua nei contenitori per il ghiaccio e riporla in freezer, creando così delle monodosi che potremo utilizzare anche come pulizia del viso ogni volta che ne avremo bisogno.


Maschera viso rigenerante e tonificante

Partiamo dal fatto che le farine (biologiche naturalmente) hanno la proprietà di detergere evitandoci di utilizzare ingredienti schiumogeni aggressivi che possono contenere sostanze allergeniche e irritative per la pelle. Sono delicate sia per pelle così come per i capelli.

La farina di avena è dolce e particolarmente delicata anche per i bambini, ha proprietà lenitive, emollienti e in questo caso anche leggermente esfolianti

La mela è un frutto della salute anche per la pelle. Contiene polifenoli, antiossidanti naturali che derivano in parte dalla buccia che concorrono a combattere i radicali liberi, proteggono il sistema cardiocircolatorio, vene e capillari, in più contiene flavonoidi cioè un gruppo di pigmenti contenuti nella pianta, nei fiori e nei frutti che proteggono dai danni provocati dai radicali liberi, svolgono un'azione antiossidante, migliorano l'elasticità dei vasi sanguigni e l'ossigenazione dei tessuti


1 mela grattugiata
2 cucchiai di miele
i cucchiaio di farina di avena biologica


amalgamiamo tutti gli ingredienti e stendiamo il composto sul viso, teniamo in posa 15 minuti e sciacquiamo con acqua tiepida

Maschera viso antiacne
(non è adatto a pelli troppo sensibili)
L'albume d'uovo ha proprietà astringenti e rimuove i punti neri dalla pelle
1 albume di uovo crudo montato a neve con qualche goccia di limone, mescoliamo bene il tutto stendiamolo sulle zone del viso dove si formano i punti neri e l'acne. Massaggiamo bene, il più possibile per qualche minuto, poi sciacquiamo con acqua tiepida e usiamo una crema idratante.







Maschera per pelli sensibili

Fate bollire due carote e schiacciatele con una forchetta fino a formare un purè, aggiungete un cucchiaino di miele e 10gtt di olio d'oliva o di riso, applicare sul viso e tenere per 30 minuti e sciacquare. Adatta anche in estate per preparare la pelle al sole.



Impacco per capelli allo yogurt

un vasetto di yogurt bianco (Bio)
5 cucchiai di olio (regolatevi voi...anche meno) io ho usato l'olio di jojoba insieme all'oleolito al limone e l'olio di cartamo (adatto per capelli secchi e sfibrati)
fragranza al cocco( non è indispensabile)

Preparate in una ciotolina la quantità necessaria per la lunghezza dei capelli, lo yogurt può essere anche il più economico che trovate! L'olio di cocco (è fantastico ma deve essere biologico!)
ma potete sostituirlo con l'olio d' oliva, unico inconveniente che ha un odore forte, ma visto che dobbiamo fare lo shampoo in fondo non ci sono poi tanti problemi. altri oli adatti: l'olio di jojoba, l'olio di argan, l'olio di mandorle dolci. Lasciate agire 30-40 minuti e lavate i capelli con lo shampoo. Prima di asciugare darei un consiglio...Tamponate i capelli, prendete un olio a scelta (se medio-leggero sarebbe meglio) e, in un cucchiaio di gel d'aloe mettete due, SOLO due, gocce di olio mescolate il tutto e con le mani e le dite passate sulla lunghezza e sulle punte...asciugate!!!


Rinforzante per unghie

Mi sembra superfluo parlare delle proprietà dell'olio d'oliva e del limone ma per rendere questo post completo farò una carrellata di benefici!

L'olio d'oliva è stato riscoperto dalla dermocosmesi moderna perchè ricco di sostanze e principi attivi ed è l'olio che ha maggiori affinità con la nostra pelle perchè la sua composizione (trigliceridi) è molto simile a quella della pelle umana facendone un anti-age naturale che aiuta la ricostruzione del derma. Contiene molte vitamine tra cui la vit. E(antiossidante), è spesso consigliato per le dermatiti allergiche, dona luminosità, oltre che nutriente può essere anche tonificante.

Il limone? Beh ne ha veramente tante di proprietà, oltre che essere un ottimo antisettico, fungicida, è tonificante, astringente contro piaghe e rughe, e aiuta a rimuovere le macchie cutanee.

In una boccetta vecchia di smalto pulita e disinfettata versiamo l'olio d' oliva e aggiungiamo 10gtt di olio essenziale di limone. Utilizziamolo come uno smalto massaggiando bene sulle unghie e sulle cuticole senza necessità di lavarlo via. Per creare una cremetta, prendiamo una ciotolina versiamo l'olio d'oliva con qualche goccia di limone, un cucchiaino di miele, e mezzo cucchiaino di zucchero semolato mescoliamo il tutto e strofiniamolo sulle unghie bene bene. Questo composto oltre ad essere rinforzante e lucidante rende le cuticole più morbide che eviteremo di tagliare al contrario ricrescerebbero più di prima, ma spingerle all'indietro aiutandoci con le nostre stesse unghiette senza ferirci. Dopo l'applicazione sciacquiamo le mani e il gioco è fatto. (anche le mani rimarranno morbide!)- 
Vedi anche lecitina di soia